Oltre a Tex e Capitan America, di eroico di sono anche i vigneti…

Eh si, scopro adesso che ci sono anche i “Vigneti Eroici“.

Sono quelli che crescono in montagna o in posti scomodi, battuti dal freddo e dal vento. Magari vigneti bassi al punto tale da dover essere lavorati con la stessa tecnica del meccanico che scorre sotto l’auto in posizione supina sopra a un carrellino. Oppure con una raccolta fatta su carrellini che scorrono su binari impossibili che si arrampicano su una costa. Che si ratti di Valtellina, Val D’Aosta o Liguria, tanto di cappello a chi si dedica a mantenere queste tradizioni.

Io finora sono riuscito a fargli onore assaggiando Sfurzat e Sciacchetrà.
Notevoli entrambi.
Eroici, direi.

Facebook
Telegram
Pinterest
WhatsApp
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018. In giurie internazionali dal 2020. Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.

Sallier de La Tour

Una panchina. Ecco perché Costanza Chirivino voleva a tutti i costi portarci, in una giornata calda

Il Collio di Komjanc

Komjanc è una azienda la cui produzione di vino nel Collio risale già dalla fine dell’800

Camporeale Days 2022

Vieni a Camporeale Days 2022? Ma si, oddio, ma dov’è Camporeale? Sicilia occidentale, però verso il

I numeri di Wining

Siamo partiti lentamente, ma la costanza ha caratterizzato il nostro percorso. Sempre armati di notebook, telecamere

Leggi anche...