Le “Degustazioni Condivise” – Bosco del Merlo

E’ vero, ci siamo un dilungati, ma la prima degustazione condivisa è andata veramente bene.
Ci siamo presentati, ma poi i 20-30 minuti previsti sono diventati di più. Evidentemente avevamo cose da raccontare, e siamo stati bene. Fondamentalmente abbiamo condiviso (parola a me cara) e bevuto un gran bel vino.

Sto parlando del “Bosco del Merlo Turranio 2018” di Roberto Paladin.
Un vino premiato nell’annata 2019 con la  Medaglia d’Oro al Concours Mundial du Sauvignon 2020.
La 2019 non è ancora disponibile ma la 2018 non aveva nulla da farsi rimproverare.

Il video dell’incontro è lungo, ma scorre.
Il vino ci ha piacevolmente intrattenuti con la sua salinità e i suoi profumi, tipici del sauvignon ma non così “sfacciati” come nei soliti sauvignon. Eleganza e struttura mi sentirei di dire. Ma sembra che non sia piaciuto solo a me.

Ospiti della degustazione ovviamente Roberto Paladin di “Bosco del Merlo“, Fabio Tavelli di SkySport 24, Stefania De Franceschi di “Rosè“, Luna De Santis di Vinòforum, Giuseppe Garozzo Zannini Quirini alias “L’aristocratico del Gusto“, Maurizio Valeriani di Vinodabere.it e il sottoscritto Maurizio Gabriele.

Io, personalmente, come prima degustazione sono molto soddisfatto, ma viste le richieste di farne altre, mi sembra che come questo modo di “condividere” sia piaciuto a tutti.

Ci vediamo alla prossima!

Facebook
Telegram
Pinterest
WhatsApp
Email
Maurizio Gabriele

Maurizio Gabriele

Fondamentalmente un curioso. Programmatore e sistemista pentito, decide di virare in modo netto verso il mondo della comunicazione, caratterizzato da progetti decisamente più stimolanti. Attratto dalla cucina sia come forma di espressione che di nutrimento e, inevitabilmente, dal vino. Sommelier dal 2018. In giurie internazionali dal 2020. Writer per passione. Entusiasta per scelta di vita.

Sallier de La Tour

Una panchina. Ecco perché Costanza Chirivino voleva a tutti i costi portarci, in una giornata calda

Il Collio di Komjanc

Komjanc è una azienda la cui produzione di vino nel Collio risale già dalla fine dell’800

Camporeale Days 2022

Vieni a Camporeale Days 2022? Ma si, oddio, ma dov’è Camporeale? Sicilia occidentale, però verso il

I numeri di Wining

Siamo partiti lentamente, ma la costanza ha caratterizzato il nostro percorso. Sempre armati di notebook, telecamere

Leggi anche...