vinitalyCon 73 medaglie assegnate, su quasi 3.000 vini iscritti ufficialmente in gara, si è chiuso ieri sera il 21° Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly svoltosi alla Fiera di Verona dal 27 al 31 marzo, che si conferma così tra le competizioni più selettive e autorevoli al mondo.
A conquistare il massimo riconoscimento del 21° Concorso Enologico Internazionale con il Premio Gran Vinitaly 2014, la Cavit S.C. di Trento che ha ottenuto il maggior punteggio con due medaglie conseguite in gruppi diversi. 

Vini tranquilli, vini frizzanti e vini spumanti sono le tre categorie di classificazione dei quasi 3.000 campioni arrivati da 30 Paesi, anonimizzati prima della competizione, e sottoposti al vaglio delle 21 commissioni di valutazione, presiedute da Giuseppe Martelli, Direttore generale di Assoenologi e presidente del Comitato nazionale Vini del Ministero dell’agricoltura. 15 le sessioni di lavoro per oltre 40 ore complessive di esaminazione che ha debuttato in formato digitale; una novità assoluta ed un importante investimento tecnologico voluti da Veronafiere e da Assoenologi che non trovano riscontro in altre grandi analoghe competizioni internazionali.
Per Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere «la competizione rappresenta per le aziende che vi partecipano una importante leva per il marketing, non solo per le vincitrici di medaglie, meno del 3% sul totale dei campioni in assaggio, ma anche per quelle che hanno ottenuto la Gran Menzione. La prossimità di data del Concorso al Vinitaly favorisce, inoltre, la conoscenza dei vini premiati da parte degli operatori professionali provenienti da oltre 120 Paesi che saranno presenti alla manifestazione».
I vini premiati dal 21° Concorso Enologico potranno fregiarsi di una speciale etichetta identificativa. Il Concorso Enologico Internazionale è organizzato da Veronafiere con il patrocinio della Commissione dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, dell’Union Internationale des Oenologues, nonché dei Ministeri delle Politiche agricole alimentari e forestali e dello Sviluppo Economico.

RISULTATI DEL 21° CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE
La classifica completa 2014 è disponibile su http://www.vinitaly.com/areaEspositori/concorsiVinitaly/sel/2
Sono stati assegnati complessivamente:
715 diplomi di “Gran Menzione”
17 Gran Medaglie d’Oro
16 Medaglie d’Oro
18 Medaglie d’Argento
22 Medaglie di Bronzo

Il Premio speciale “Gran Vinitaly 2014”:
Cavit S.C. – Trento (Italia), che ha ottenuto il maggior punteggio in base a due medaglie conseguite in gruppi diversi.

Il premio speciale “Vinitaly Nazione 2014”, attribuito al produttore di ogni Paese che ha ottenuto il maggior punteggio calcolato dalla somma delle valutazioni riferite ai migliori tre vini insigniti del diploma di “Gran Menzione”, è stato attribuito alle seguenti aziende:
Divino Nordheim Thüngersheim EG – Nordheim-Bayern (Germania)
Cantine Due Palme Soc. Coop. Agricola – Cellino San Marco (BR) (Italia)
Murfatlar Romania S.A. – Murfatlar (Romania)

Il Premio speciale “Denominazione di Origine 2014”, assegnato al vino di ogni denominazione di origine 
italiana che in assoluto ha conseguito il miglior punteggio (a condizione che per ogni denominazione di origine abbiano partecipato almeno 40 campioni), è stato attribuito a:

Amarone della Valpolicella Doc “Campo dei Gigli” 2008
Società Agricola Tenuta Sant’Antonio – Colognola ai Colli (VR)
Gutturnio Doc Riserva “Duca di Ferro Mont’Arquato” 2010
Casabella – Ziano Piacentino (PC)
Montepulciano d’Abruzzo Dop “Murelle” 2012
Cantina Miglianico Soc. Coop. Agr. – Miglianico (CH)
Prosecco Doc Treviso Frizzante 2013
Antonio Facchin & Figli S.S. Soc. Agr. – San Polo di Piave (TV)
Trentino Doc Vin Santo ʺArèleʺ 2000
Cavit S.C. – Trento
Valdobbiadene Prosecco Docg Superiore Spumante Dry “Paradiso” 2013
Cà Salina di Bortolin Gregorio – Valdobbiadene (TV)
Il premio “Banca Popolare di Verona” è stato assegnato al vino Colli Piacentini Doc Malvasia Passito
“Sensazioni D’inverno – le Virtù del Poggio” 2011 della Società Agricola Terzoni Claudio S.r.l. – Vernasca (PC) per aver conseguito il miglior punteggio fra tutti i vini veneti, o emiliano romagnoli, o trentini o friulani di tutte le categorie previste dal regolamento del 21° Concorso Enologico Internazionale.