di Marina Alaimo “Acino Ebbro”
Uno dei piaceri più ricercati è quello di poter mangiare bene su una bella spiaggia guardando il mare.
D’estate questo desiderio si accende in maniera spinta e si va a caccia di ristoranti e lidi che offrano questo servizio. Lungo le coste dello stivale troviamo una moltitudine di offerte, ma in pochi casi si riscontra una cucina autentica e di ottima qualità.
Viareggio, nella splendida Versilia, è un luogo di mare dove si mangia molto bene: ricordiamo che qui ci sono ben due ristoranti stellati, Romano con una stella Michelin e più di 50 anni di esperienza, e il Piccolo Principe con due stelle Michelin accese dallo chef campano Giuseppe Mancino. Anche nel settore della pizza vale la sosta la pizzeria Il Pachino di Fabrizio Giovannini così come il Bistrot Macelleria Masoni con le sue carni sceltissime e i salumi artigianali. Per chi ama i sapori dolci Stefano Gatti è il fornaio dei panettoni estivi, Paolo Mantovani la pasticceria che conquista un po’ tutti.

Sandro Pontigia e Gianmarco Cucitta

Ma dove vanno a mangiare gli chef della costa della Versilia quando si concedono del tempo per il relax?

Vanno quasi tutti da Sandro Pontigia al Bagno Zara Mare di Viareggio. Infatti lo chiamano il lido degli chef che qui possono, appunto, rilassarsi e immergersi in un luogo molto curato, con i tipici tendoni in spiaggia dove distendersi e godersi il mare.
Ad ora di pranzo e di cena prende vita il ristorante, a sua volta curatissimo dove Sandro giornalmente propone piatti dedicati al buon pescato viareggino. E’ così ricercata la sua cucina che riesce a lavorare con soddisfazione tutto l’anno. Insomma, chi viene qui ci torna perché ha mangiato molto bene guardando il mare, respirandone la brezza seduto a pochi metri dal bagnasciuga. Il valore aggiunto sta anche nelle parole di Sandro, marcate dalla simpatica erre pronunciata nel raccontare le tecniche di pesca storicamente utilizzate su questa costa dal fondale basso, così come le caratteristiche dei pesci e crostacei preparati secondo le ricette di famiglia.

Così in menù possiamo gustare Il crudo con carpaccio e tartare di pesci, crostacei e molluschi; i calamaretti schiaccioni di Pietrasanta con bottarga di muggine, una semplicissima e golosa pappa al pomodoro o la tartare di fassona alla brace: questi alcuni antipasti imperdibili.

Tra i primi la chitarra nera all’uovo è un piatto cult con spaghetti alla chitarra al nero di seppia, uova di riccio, bottarga e uova di coregone così come il risotto con anguilla e erbette di stagione.

Sembra semplice, ma è sempre più difficile riuscire a trovarne uno buono davvero: il fritto di lisca e non con verdure in pastella – strepitoso. Tra i secondi è delicata e gustosa la guancia di pescatrice al pomodoro capperi e olive.

Il pescato segue la stagionalità e i tempi del mare, preparato secondo le cotture tradizionali, isolana, acqua pazza, al sale.

Il menù degustazione con 3 portate è proposto a 40 euro, con 5 portate 60 euro.

Zara Mare Bagno e Ristorante è in Terrazza della Repubblica 19 Viareggio (LU)
Tel  0584 50386  www.bagnozara.it
Chiuso il martedì a cena