Gianluca Morino – Cascina Garitina – da Castel Boglione (AT)
morino 2Oggi, finalmente, abbiamo raccolto il Pinot Nero confermando con tre settimane quel ritardo dell’annata 2013 che già si capiva in primavera.
Gli ultimi giorni assolati e con forti escursioni termiche ci hanno aiutato a raccogliere un Pinot Nero perfetto anche nel quadro analitico. Abbiamo aspettato circa una settimana in più rispetto ai colleghi vicini per due fondamentali motivi: perché desidero avere una maturazione dei polifenoli perfetta; e perché lo vinifico in purezza e solo in acciaio.

Anche per quanto riguarda il Brachetto aspettiamo più di altri in zona. Molti hanno vendemmiato due settimane fa per base spumante con la paura dell’acidità in diminuzione.
In realtà in questa vendemmia l’ultimo mio pensiero è proprio l’acidità che è marcata e stabile essendoci molto acido tartarico. Il mio Brachetto Niades è frutto di diversi vigneti: alcuni siti nel comune di Montabone ad una altezza di quasi 500 metri sul livello del mare per cui l’attesa è sempre la migliore strategia.

Ieri ho fatto un giro ad assaggiare il Brachetto per “sentire” la maturazione ed ho avvertito come sia appena iniziata ora la sintesi di terpeni quali il geraniolo che concorre a formare il tipico aroma: rosa selvatica, fragolina di bosco e lampone.
Come ho scritto sui social, se il tempo come previsto dovesse tenere sino a metà ottobre, potremmo assistere ad un piccolo miracolo della natura: riuscire a salvare una annata davvero tribolata dopo un tornado e 4 grandinate.