di Manuela Zanni
Quello dei rosati siciliani, è un mondo molto affascinante ad oggi ancora a molti sconosciuto poiché, in passato, questi vini non raggiungevano dei risultati particolarmente apprezzabili.
I vini rosati in Sicilia sono, infatti, spesso vittima di pregiudizi poiché schiacciati dalla indiscutibile personalità dei vitigni autoctoni a bacca rossa e dalla sempre maggiore affermazione degli ottimi bianchi made in Sicily. Oggi, invece, esistono rosati di qualità grazie ai quali è possibile scoprire le potenzialità delle varietà di uve autoctone siciliane quali Nerello mascalese, Nero d’Avola e Perricone da cui si possono ottenere risultati davvero apprezzabili.

I rosati, grazie al loro carattere aggraziato, ben si prestano agli abbinamenti “a tutto pasto”, anche e soprattutto con piatti vegetariani, poiché non ne coprono il sapore e, al contempo,  sono in grado di accompagnarli  in un reciproco gioco di equilibri e contrasti.

Non è un caso che anche la pizza, dalla semplice margherita a quella dai condimenti più complessi, si sposi alla perfezione con il vino rosato che riesce ad accompagnare la regina delle sere d’estate con garbo ed eleganza.

Se si parla di bollicine rosè, poi, la situazione si complica ulteriormente poiché alle perplessità, già espresse, sui  rosati si aggiungono quelle sulla produzione di spumanti in Sicilia, ancora da molti vista mal volentieri.

Fortunatamente, però, esistono manifestazioni, come la appena trascorsa Sicilia in Bolle, svoltasi l’1 e il 2 luglio scorsi presso il Madison di Realmonte, in provincia di Agrigento, che riescono a puntare i riflettori sulle eccellenze siciliane mettendo in luce una tipologia di vino, quale lo spumante, che in passato si credeva fosse impossibile produrre in un’Isola di mare, sole, arance e carretti.
In questa occasione noi abbiamo provato per voi 10 spumanti rosè di cui vi consigliamo l’assaggio per rendere più piacevoli e intriganti le vostre cene estive.

Coppola 1971 – Nerello Mascalese in purezza (Metodo Charmat)
Rosa buccia di cipolla con perlage dalla buona persistenza. Naso con un inizio di crosta di pane equilibrato da note floreali e di piccoli frutti rossi accarezzate da  sbuffi vanigliati. In bocca il sorso è vispo e croccante con un finale lungo ed  elegante. Bevetelo in una serata romantica per conquistare la persona che vi ha rubato il cuore. Funzionerà al primo sorso.

Casa di Grazia – Euphorya Frappato in purezza (Metodo Charmat)
Rosa buccia di cipolla scarico. Discretamente fine e abbastanza persistente il perlage. All’olfatto è variegato, di buona intensità con profumi  di lampone e fragoline di bosco arricchiti da un pizzico di spezie dolci come cannella, vaniglia e fava tonka. Segue un sorso fresco, dinamico, fragrante, equilibrato, giustamente sapido e lungo. Stimola molto la fantasia negli abbinamenti (e non solo quella).

Colomba Bianca – Lavì – Rosato di Nero d’Avola extra dry (Metodo Charmat)
Rosa tenue con riflessi ramati. Perlage abbastanza fine e persistente. Al naso piccoli frutti  rossi ma anche sentori erbacei e note tostate di frutta secca e  crosta di pane. Il sorso è intenso ed equilibrato e  avvolge il palato con una bella freschezza e sapidità. Chiusura armonica  che invoglia la beva che accompagnerà il vostro tempo con classe ed eleganza. Fatene buon uso.

Tenute Lombardo – Sualtezza 650 Rosé – Nero d’Avola (Metodo Charmat)
Naso intenso di piccoli frutti rossi ma anche di fiori freschi che si ritrovano anche in bocca avvolgendo il palato con una piacevole nota sapida e mineralità che ne rende godibile ogni sorso. Sappiatelo dosare. Ne vale la pena.

Luna Sicana – Luna y Sol – Nero d’Avola Brut rosè (Metodo Charmat)
Rosa buccia di cipolla con riflessi brillanti. Naso intenso di note fruttate e floreali che ricordano il bosco di primavera. In bocca il sorso è limpido e cristallino come un mare incontaminato di cui scimmiotta la sapidità. Abbinatelo alle chiacchiere sincere di  un’ amicizia ritrovata.

Tasca d’Almerita – Almerita Rosè brut – Pinot Nero (Metodo Classico)
Rosa antico, perlage fine e continuo. Il naso è solleticato da eleganti sentori di frutta rossa con note delicate di rosa e viola. In bocca rinfresca il palato con un sorso fragrante e vivace che ve ne farà agognare ogni sorso. Vi stupirete che sia già finita la bottiglia quando durante una piacevole conversazione cercherete di ricolmare i calici e la troverete vuota.

Murgo – Extra Brut Rosè (Metodo Classico) – Nerello Mascalese
Rosa cipria con riflessi brillanti. Naso floreale ma anche vegetale di semi di finocchio e spezie mediterranee. Bocca fresca, piena, sapida con sorso morbido e rotondo. In bocca non finisce mai. Nel calice si. Abbinatelo ad una serata speciale con una persona speciale.

Avide – Nutaru – Metodo Classico Rosè – Frappato 
Aspetto buccia di cipolla con riflessi dorati. Olfatto dagli ampi profumi che spaziano da una iniziale crosta di pane a  sentori di piccola frutta rossa e ciliegia e dalle note gentili di gelsomino. In bocca mostra freschezza  ma anche sapidità è mineralità che ne allungano la persistenza. Abbinamento consigliato: usatelo per ricordare a chi amate che continuerete a farlo.

Madaudo – Capovero Brut Rosè (Metodo Classico)
Nero d’Avola 40%, Nerello Mascalese 60%. Rosa corallo dal perlage fine con buona persistenza. All’olfatto offre note di piccoli frutti rossi, melograno, litchi e rosa canina  rese più vigorose da sentori di nocciole tostate e crosta di pane.Gradevolmente minerale e raffinato al palato a cui resta impresso un sorso armonico dal finale  persistente. Se volete sorprendere davvero qualcuno abbinatelo ad un pasto qualsiasi di un giorno qualsiasi. Non occorre un’occasione speciale per fare qualcosa di speciale.

Terrazze dell’Etna – Metodo Classico Rosé Brut
Pinot Nero 90% Nerello Mascalese 10%. Bel rosa antico con naso elegante di frutti di bosco, melograno e sbuffi speziati di rosa canina e vaniglia bourbon. Al palato è cremoso ed equilibrato, di buona sapidità e struttura. Non pensate che una bottiglia vi basti. Soprattutto se sarete in ottima compagnia.