Il più grande e circostanziato evento dedicato alla produzione vinicola da vitigno autoctono del Sud Italia ha preso il via ieri  a Bari e si concluderà il 15 giugno. Sono coinvolte 181 aziende produttrici, diversi buyer e giornalisti e centinaia di visitatori appassionati di enogastronomia affascinati dal complesso intreccio tra storia, tradizione e sviluppo delle tecniche asservite all’espressione più autentica delle tipicità territoriali.

Radici del Sud si concluderà lunedì 15 giugno, accogliendo al Salone del Vino allestito presso la Masseria Corte di Torrelonga (BA), il pubblico degli amanti del buon bere. Dalle 10 alle 20 i visitatori avranno accesso ai 136 banchi d’assaggio delle Cantine presenziati dai produttori e ad alcuni stand gastronomici dove si potranno apprezzare le migliori specialità del mezzogiorno italiano.

La giornata terminerà col magistrale epilogo della cena affidata al talento e alla creatività di nove diversi chef rinomati per la capacità di interpretare fedelmente il sapore della tradizione dei vari territori del Sud.

Nelle giornate precedenti presso l’Hotel Rondò di Bari, fino al 14 giugno, si svolgeranno invece le attività riservate agli addetti ai lavori. Le Cantine partecipanti dalla Puglia, Basilicata, Calabria, Campana e dalla Sicilia avranno modo di interfacciarsi con i buyer e la stampa specializzata provenienti da Belgio, Austria, Svezia, Polonia, Germania, Danimarca, Gran Bretagna, Olanda, Giappone, Stati Uniti e Hong Kong per promuovere, evidenziandone le precipue qualità, la loro pregiata produzione. Gli incontri btob si svolgeranno in sei sessioni distinte.

Negli stessi giorni la stampa è invitata a partecipare ai press tour organizzati nei territori d’origine dei vitigni del Sud presso le Cantine per conoscere direttamente le realtà produttive del Sud Italia.

In programma anche interessanti approfondimenti su tematiche di grande interesse riguardo alle strategie commerciali per la promozione e diffusione del vino da vitigno autoctono del Sud Italia nel mondo attraverso conferenze dove si pronunceranno le più affermate autorità in materia.

Sabato 13 e domenica 14 le oltre 380 etichette in lizza saranno degustate alla cieca da una doppia giuria di esperti italiani ed esteri chiamati al non facile compito di decretare il vino più rappresentativo e convincente per ognuna delle categorie prese in considerazione a seconda del vitigno di origine.

Lunedì 15 giugno al termine del Salone del Vino il Convegno finale rivelerà i nomi delle etichette premiate che saranno lautamente festeggiate, insieme ad ogni altro vino che avrà partecipato al concorso, nel corso della cena conclusiva.

www.radiciwines.com