pomiglianojazz-2Il matrimonio tra il buon cibo e il Pomigliano Jazz si rinnova nell’edizione 2015 del Festival, forte del successo degli anni passati. In collaborazione con le condotte Slow Food Vesuvio, Napoli ed Agro Nolano, in occasione dei concerti verranno proposti diversi Itinerari Enogastronomici con lo scopo di presentare ad un vasto pubblico la biodiversità agroalimentare dei nostri territori e l’importanza di preservarla nel tempo. Il tema dell’edizione 2015 di Note di Gusto nello spazio Osteria è lo Street Food di territorio, una tradizione secolare molto vivace a Napoli e poi diffusa in tutta la Campania.
Dai mangiatori di maccheroni tra le strade di Napoli raffigurate nelle stampe dei fratelli Alinari ai variopinti carretti con le granite fresche o con ‘o per’ e ‘o muss’ condito con limone e pepe. E poi le caldarroste, i taralli sugna e pepe, il brodo di polpo d’inverno, i panini con la ricotta di fuscella ancora calda, per finire con le pizze piegate a portafoglio o fritte vendute dalle donne tra i vicoli o sotto gli alti portoni dei palazzi. Perfino alcuni dolci tradizionali, come la sfogliatella ed il babà, sono stati ideati per essere consumati in strada. Il “camminar mangiando” a Napoli e provincia è un piacere e privilegio al quale sarebbe un peccato rinunciare.

Ad ogni concerto è presente uno spazio Mercato, in cui i contadini raccontano e vendono le proprie produzioni, e uno spazio Osteria, con degustazioni proposte da chef campani. Nello spazio Mercato sono previsti laboratori del gusto e la presenza di agricoltori ad ogni concerto, che metteranno in mostra i prodotti della loro terra e racconteranno la storia delle loro famiglie, da decenni dedite ad una agricoltura tradizionale e sostenibile nel rispetto dell’ambiente.
Le condotte Slow Food Vesuvio, Napoli, Agro Nolano, partner dell’edizione 2015 del Pomigliano Jazz con un programma il cui tema conduttore è la difesa della biodiversità agro alimentare dei diversi territori, cureranno ognuna gli appuntamenti che si svolgono nell’area di competenza. Ad ogni concerto, poi, sarà abbinato un prodotto agricolo tipico dell’area nella quale si svolge lo spettacolo.

Ecco il programma dei concerti

Dopo i concerti annunciati di Goran Bregovic (Anfiteatro Romano di Avella), Maria Pia De Vito, Enrico Rava e Roberto Taufic (Cratere del Vesuvio), Enrico Pieranunzi e Gabriele Mirabassi (Villa Augustea di Somma Vesuviana) e Steve Coleman & Five Elements (Basiliche Paleocristiane di Cimitile) sono stati resi noti i nomi di tutti gli artisti che si esibiranno nell’ambito della XX edizione del Pomigliano Jazz in Campania.
In tutto, 13 concerti (di cui 8 ad ingresso gratuito), guide all’ascolto (accesso gratuito), spettacoli per bambini (accesso gratuito), mostre (accesso gratuito), itinerari turistici ed enogastronomici (accesso gratuito).

Ecco tutti gli altri artisti presenti in cartellone:

Bobo Stenson Trio, Marco Zurzolo Ex Voto Con Francesco Nastro, Darryl Hall, Giuseppe La Pusata Ospite Archie Shepp, Eivind Aarset Quartet, Arundo Donax E Movimento Danza Squad Place Is The Space, As One Quintet, Omar Sosa Quarteto Afrocubano, Tullio De Piscopo Napoli Jazz Project, Onj Orchestra Napoletana Di Jazz Diretta Da Mario Raja Con James Senese, Simona De Rosa Waves. E Poi Ancora Il Dj Set Di Frank Diana E Il Coking Dj Set Di Don Pasta.
Come accaduto lo scorso anno, tra le varie location del festival c’è anche il cratere del Vesuvio. Da segnalare, in particolare, oltre al concerto sul gran cono, tutti gli altri eventi che si terranno sempre su e intorno al vulcano. Da non perdere, su tutti i “conetti” vulcanici del Carcavone (6 settembre), l’esibizione del norvegese Eivind Aarset in quartetto. I conetti sono bocche vulcaniche situate sul versante settentrionale del Monte Somma, a circa 300 metri sul livello del mare.
Il Festival è organizzato dalla Fondazione Pomigliano Jazz e dal Comune di Pomigliano d’Arco, con il cofinanziamento dell’Assessorato al Turismo della Regione Campania (a valere sulle risorse del PAC III – “Piano strategico per il turismo – Programma di eventi promozionali”), dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, dei comuni di Avella, Casoria, Cimitile, Ottaviano, Pollena Trocchia, Sant’Anastasia e Somma Vesuviana.
Il ventennale di Pomigliano Jazz si concluderà il 13 settembre con l’esibizione di Goran Bregovic all’anfiteatro romano di Avella.

www.pomiglianojazz.com