Fervono i preparativi per “40ANNIDOC”, la manifestazione che si terrà Domenica 15 e Lunedì 16 Maggio a Montescudaio (PI) per celebrare il 40° anniversario dell’omonima Doc. Sarà la Sala Polivalente “Il Poggiarello”, ubicata proprio nel centro del borgo, il fulcro di questi due giorni ricchi di attività, bottiglie e persone: Domenica 15 sarà la giornata dedicata interamente ai wine lovers, che dalle 11.00 alle 19.00 avranno la possibilità di degustare i vini delle cantine partecipanti direttamente a contatto con i produttori, mentre Lunedì 16 sarà la volta degli operatori, che prima assisteranno alla tavola rotonda orchestrata dal Prof. Aurelio Pellegrini e poi allo speciale tasting condotto da Paolo Basso, professionista dal curriculum internazionale e Miglior Sommelier del Mondo ASI 2013, il quale condurrà la degustazione di una etichetta per ciascuna azienda.

I protagonisti indiscussi e vero motore della manifestazione saranno proprio gli 8 produttori che hanno deciso di unire le forze organizzative per festeggiare il compleanno di questa Doc che è stata istituita nel 1976 e che attualmente si è conquistata uno spazio peculiare all’interno delle varie appellazioni della Costa Toscana.

Le cantine afferiscono tutte al Consorzio Vino di Montescudaio, e dietro ad esse vi sono delle storie affascinanti e diverse, che contribuiscono a rendere il territorio un mosaico dall’identità peculiare ed unica: ecco chi sono, nel dettaglio, i primattori della manifestazione, con l’indicazione tra parentesi del vino che verrà degustato, ognuno afferente alla Doc Montescudaio:

COLLINE DI SOPRA / Luisa Silvestrini (SOPRA 2013 – Sangiovese)
Realtà nata nel 2006 a seguito del colpo di fulmine di Luisa Silvestrini -piemontese di origine- per questo angolo della Toscana, un terreno che prima di allora non aveva mai ospitato la vite ma che Luisa aveva intuito essere una “terra da vino”.

FATTORIA SANTA MARIA / Alessia Viviani (VIN SANTO 2009 – Trebbiano e Malvasia): la famiglia D’Antilio ha intrecciato la sua storia con quella di Montescudaio fino dalla fine del ‘700, e la cantina ha partecipato alla sagra del vino fin dalla prima edizione, oltre ad essere stata una delle promotrici del Consorzio.

FATTORIA SORBAIANO / Grazia Picciolini  (ROSSO DELLE MINIERE 2008 – Sangiovese, Malvasia Nera e Cabernet Franc): cantina ubicata vicino ad una vecchia miniera di rame in quello che prima era un sito romano e poi feudo dei nobili volterrani Inghirami, che gli attuali proprietari hanno acquistato alla fine degli anni ’50.

MARCHESI GINORI LISCI /Luigi Malenchini (CASTELLO GINORI 2012 – Merlot): la proprietà si estende in un’area incontaminata di 2.000 ettari nell’entroterra della Val di Cecina, a sud-ovest di Volterra, dove gli ettari vitati sono 17: un’antica tradizione unita a modernità, sottolineata dall’impianto a biogas attivo dal 2010.

FONTEMORSI / Carlo Sanvitale, Roberto Ligasacchi e Francesco Benasaglio (GUADIPIANI 2012): cantina nata dal progetto di alcuni amici che hanno deciso ad un certo punto di incrociare i rispettivi percorsi professionali per realizzare il sogno di produrre vino di qualità in Toscana.

PAGANI DI MARCHI / Pia Pagani de Marchi (PRINCIPE GUERRIERO 2012 – Sangiovese): fu nel 1996 che i terreni circostanti la casa di campagna vennero trasformati da seminativi a vigneto, in un terreno che già 3.000 anni prima era abitato da uomini legati al vino, come testimoniato dal ritrovamento della tomba del Principe Guerriero.

PAKRAVAN PAPI / Amineh Pakravan (CAMPO AL PARI 2012 – Merlot + altri vitigni a bacca rossa): azienda sorta da un vecchio podere che in passato era stato quasi dimenticato e per questo divenuto un luogo selvaggio, dove la macchia avanzava con prepotenza: all’insegna del rispetto ambientale dal 2000 è iniziata la costruzione della nuova cantina.

PODERE MORAZZANO / Carlo Perini (REROSSO 2010 – Sangiovese, Cabernet Franc e Merlot): proprietà vicentina, passione toscana, figlia di un amore per il vino incondizionato, tantochè la mission è sempre stata quella di far sentire il territorio in ogni bottiglia, con un piccolo apporto di appeal veneto che occhieggia con cenni di morbidezza.

Tutti questi produttori, capitanati dal Presidente del Consorzio, Luisa Silvestrini, sono pronti ad accogliere i visitatori per far conoscere questo borgo della Val di Cecina attraverso le bottiglie, che di esso sono al contempo frutti ed ambasciatrici.

La kermesse in generale inoltre si presenta come un raduno di eccellenze a 360°, dato il coinvolgimento di enti ed aziende di grande valore ed aventi come comune denominatore un profondo legame con il paese: ed ecco quindi che “40ANNIDOC” si svolge con il patrocinio del Comune di Montescudaio e del Consorzio Vino di Montescudaio, mentre risultano event sponsor la Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, Salumificio Sandri, Pasticceria Panificio La Scalinata ed EnoLab-Laboratorio Enologico.

Sarà inoltre possibile seguire giorno dopo giorno tutti i preparativi attraverso l’evento “40ANNIDOC” appositamente creato su Facebook interagendo con gli hashtag #40annidoc e #montescudaio40.