Una certificazione ambientale, un forum per parlare di produzione vitivinicola e cambiamento climatico, una intera giornata dedicata alla degustazione e alla scoperta dei migliori vini biologici, biodinamici e naturali. E ai visitatori la Mobilcard- Alto Adige per muoversi con i mezzi pubblici. Il Merano WineFestival, la Cannes dell’enogastronomia internazionale, è un evento sempre più“green”.
L’Alto Adige-Südtirol è da sempre un territorio votato alla sensibilità verso l’ambiente, all’avanguardia nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, tanto da essere definito la “Green Region d’Italia”. Non poteva non essere così per una delle manifestazioni più importanti della Provincia di Bolzano, che ogni anno richiama professionisti e appassionati di enogastronomia da tutta Europa.
Esclusivo – biglietti a partire da € 80- , elegante – si tiene nelle sale del prestigioso Kurhaus – e selettivo – i produttori accedono solo tramite invito -, il Merano WineFestival è una manifestazione che in 24 anni si è guadagnata la fama di “Cannes dell’enogastronomia”.
Durante il primo fine settimana di novembre (quest’anno dal 5 al 10), Merano richiama oltre 6500 visitatori, tra winelovers, foodies e addetti del settore, che in 4 giorni possono degustare e conoscere il meglio della produzione vitivinicola e gastronomica europea per tutto il 2015 e 2016.
La vocazione green del festival si nasce oltre 10 anni fa, quando Helmuth Köcher coglie il trend e dedica una intera sezione ai vini biologici, biodinamici e naturali prodotti in Italia: bio&dynamica.
Attenti all’ambiente anche moltissimi produttori Culinaria che offrono in degustazione e raccontano le proprie prelibatezze: birre artigianali, cioccolata, liquori, biscotti realizzati con materie prime OMG-free, senza conservanti e coloranti, ma anche salumi e formaggi di piccole fattorie bio, che è difficile trovare nella GDO anche per via delle scelte commerciali che prediligono i piccoli distributori e negozianti.
Oltre agli appassionati, il MWF è il secondo appuntamento italiano più importante per gli addetti del settore.
Il MeranoWine Forum, il forum annuale per i professionisti del vino – produttori, enologi, scienziati – che quest’anno si troveranno il 5 e il 6 novembre per confrontarsi sull’impatto del cambiamento climatico sulla produzione vitivinicola.
I Green Event sono manifestazioni progettate, organizzate e attuate basandosi su criteri sostenibili.
Utilizzo di prodotti ecologici, efficienza energetica, gestione dei rifiuti, valorizzazione dei prodotti locali e responsabilità sociale sono i punti cardine della certificazione “Green Event”, assegnata al MeranoWine Festival dall’Agenzia Provinciale per l’Ambiente.

“Siamo sostenibili da sempre.” spiega Helmuth Köcher orgoglioso ”Il mio team di collaboratori. è molto sensibile al tema, perciò lavora e pensa, soprattutto, in modo sostenibile: evitare di stampare documenti inutili, produrre il materiale cartaceo su carta FSC , cercare fornitori che stampano Climate Partner , gestire i rifiuti – per un evento che conta oltre 10.000 presenze non è poco! -… fino a venire in ufficio in bicicletta o con i mezzi… rimproverandosi a vicenda quando arrivano in automobile!”.
Parte tutto da noi, insomma.
Per questo il Festival ha deciso di coinvolgere i visitatori nella sfida, regalando, unitamente al biglietto d’ingresso per due giorni, anche la MobilCard

www.meranowinefestival.com