Con oltre 7.000 biglietti staccati e 10.000 presenze, l’edizione numero ventiquattro del Merano WineFestival, per offerta e contenuti si conferma punto di riferimento per addetti del settore e appassionati dell’enogastronomia d’eccellenza. Numeri costanti e contenuti più ricchi, la presenza di un pubblico sempre più interessato e selezionato e la soddisfazione degli organizzatori, che nell’anno di Expo ribadiscono l’importanza di eventi per promuovere solo prodotti selezionati.

A una settimana dalla chiusura delle danze, Helmuth Köcher tira le somme di una edizione che per numeri e qualità è sempre più un punto di riferimento per addetti del settore e appassionati di eccellenze enogastronomiche a livello internazionale. Presenza costanti, incremento di visitatori business e pubblico competente e interessato.

Con 7.100 biglietti staccati e quasi 10.000 presenze in 5 giorni, il Merano WineFestival 24 ha registrato un lieve incremento rispetto al 2014. Presenza costante che si attesta sulle 350 unità per gli eventi bio&dynamica e CultOenologist di venerdì 6 novembre, 2800 per sabato 7 e 1700 sia domenica 8 che lunedì 9 novembre. Gli oltre 500 visitatori del martedì hanno decretato il successo della novità Catwalk Champagne, in collaborazione con Club Excellence.

Partecipazione e interesse costanti per bio&dynamica, la manifestazione dedicata alla produzione biologica, biodinamica e naturale. Un settore in forte crescita che necessita di momenti dedicati e ad hoc. Grande successo e interesse per la seconda edizione di CULT, che quest’anno ha voluto mettere sotto i riflettori gli enologi più importanti del panorama vitivinicolo internazionale.  Un evento di grande interesse per il pubblico specializzato, che ha sperimentato la degustazione attraverso un nuovo punto di vista.

La flessione della giornata di sabato, dovuta a scelte organizzative e alla chiusura temporanea delle casse, è stata apprezzata sia dai produttori che dai visitatori: complici anche le belle giornate, che permettevano soste all’esterno delle sale del Kurhaus e della GourmetArena, è stato evitato il rischio di sovraffollamento delle sale. Alla minore presenza di visitatori della domenica si contrappone un maggiore afflusso nella giornata di lunedì, riconducibile anche all’offerta Catwalk Champagne del giorno dopo.

La maggiore presenza di operatori del settore e di un pubblico appassionato più competente, interessato e composto ha soddisfatto sia i produttori che gli organizzatori e proietta il Merano WineFestival nell’olimpo delle manifestazioni enogastronomiche più quotate a livello europeo.

www.meranowinefestival.com