di Umberto Gambino
01-20170216_092029L’annata 2014 in degustazione all’anteprima era stata valutata tre stelle su un massimo di cinque, l’annata 2013 della Riserva aveva un punteggio di quattro stelle, così come la 2016, quella dell’ultima vendemmia.

Ho assaggiato tutti i 71 campioni a diposizione alla cieca e ho riscontrato una qualità media dei vini più elevata di quella che poteva essere, sulla carta, un’annata solo pregevole, cioè a tre stelle.

Cosa ho trovato per grandi linee? Molta freschezza al sorso e nei profumi di frutta fresca in buon equilibrio con un eccellente tessuto balsamico e una buona “mano” nell’uso dei legni di maturazione. In alcuni casi, morbidezza e rotondità forse eccessive, troppo “costruite”, certamente in grado di bilanciare tannini oltre le righe, ma con il risultato di “snaturare” l’essenza stessa del frutto Prugnolo Gentile (da queste parti alias del Sangiovese).

Da notare: la grande maggioranza dei viticoltori del Nobile preferisce far invecchiare il vino in botti grandi di rovere o al massimo in tonneaux. In pochi si affidano solo alle barrique. Segno che la tendenza di un’epoca (ormai trascorsa) è definitivamente tramontata.

Sono perciò risultati “vincenti” (nella Top Ten) quei Nobile più equilibrati e armonici, di indubbia eleganza e freschezza nei profumi (non banali), grazie a un gusto più dinamico e meno robusto del solito. Nonostante la 2014 sia stata considerata da molti viticoltori e addetti ai lavori come “di non facile gestione” a causa dell’eccessiva piovosità e in alcuni casi per episodi di grandine (tanto che alcuni hanno declassato il loro Nobile a Rosso di Montepulciano), io preferisco definirla come il naturale proseguimento della “New Road” del Nobile.

Punto a favore di questo vino, il prezzo al dettaglio decisamente più accessibile rispetto ai “vicini toscani”: la forbice è compresa dagli 8 ai 22 euro.

04-20170216_123457

I 10 Vino Nobile 2014 DOCG eccellenti, consigliati da Wining

Eccoli, in ordine alfabetico. In corsivo, alcuni dati tecnici forniti direttamente dalle aziende.

Elogio della freschezza

Antico Colle – Prugnolo gentile 95%, Merlot 5%
Bel rosso rubino non intenso nel calice. Note di ciliegie scure piccole e dolci, accompagnato da una delicata componente speziata. Sorso piacevole e avvolgente, molto fresco, equilibrato nei tannini e nel corpo. Finale di frutta rossa coerente.
Maturazione per 24 mesi in botti di rovere di Slavonia di piccola e media capacità cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Corpo e anima 

Barbanera – “Duca di Saragnano” – Prugnolo gentile 70%, altro vitigno a bacca rossa 30%
Bouquet variopinto di ciliegie, mirtilli, arancia rossa e pepe nero, mixato con fiori di mammola. Gusto immediato, dinamico: punta sulla finezza senza tralasciare il corpo, l’anima e la consistenza.
Maturazione per 18 mesi in botti grandi di rovere di Slavonia più altri 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Il Nobile al “femminile”

Fanetti (campione di botte) – Prugnolo gentile 80%, Canaiolo 15%, Mammolo 5%
Nel calice profuma di arancia, cannella, ciliegia, pepe rosa. Palato subito intenso, molto fresco, possente e avvolgente. Punta calorica e tannino di buona fattura. Un Nobile nervoso, ancora in fase di affinamento che mostra già le sue potenzialità. Enormi! C’è e si sente nel vino la mano femminile di Elisabetta Fanetti. Maturazione per 36 mesi in botti di rovere di Slavonia.

Il Nobile “presuntuoso e sfrontato”

Fattoria della Talosa (campione di botte) – Prugnolo Gentile 90%, Merlot 10%
Diffonde pepe nero e un mix di spezie fra ginepro, chiodi di garofano, rosmarino ben distesi su un delicato sfondo balsamico. Sorso avvolgente e intenso, tannini che arrotano un po’. Presuntuoso e nervoso. Ancora un po’ indietro, ma c’è senz’altro.
Fermentazione malolattica in acciaio e parte in legno. Maturazione per due anni in botti grandi e parti in tonneaux di primo e secondo passaggio. Affinamento in bottiglia per 6 mesi.

Profumi di bosco

Le Badelle (campione di botte) – Prugnolo gentile 85%, Canaiolo 5%, Mammolo 5%, Colorino 5%
Dal calice la sensazione di  essere di fronte a un Nobile dalle tonalità più scure: lo confermano profumi di resina, erbe aromatiche, sottobosco, macchia mediterranea. Un naso diverso e particolare. Scorre molto fresco e sapido, sfoderando buon tannino, frutto integro ed equilibrio.
Il vino invecchia per 24 mesi in botti di rovere di Slavonia di capacità comprese tra 18 e 70 ettolitri. Poi viene travasato in vasche di cemento . Affinamento in bottiglia per 6 mesi.

Sangiovese integrale

Lombardo (campione di botte) – Prugnolo gentile 100%
In un Nobile al 100% da uve Sangiovese affiorano aromi secondari di cioccolato e rabarbaro, ben fusi con note di carruba, floreali e balsamiche. Gusto, vivace, fresco, molto intenso, fine e persistente. Bel finale di frutta scura.
Maturazione per metà in tonneaux e barrique, per l’altra metà in botti di rovere tra i 20 e i 40 ettolitri. Poi affinamento in bottiglia.

Campione di bevibilità

Nottola (campione di botte) – Prugnolo gentile 100%
Diffonde spezie aromatiche e resinose, rosmarino, pepe e frutti di bosco. Un ventaglio aromatico intenso e gradevole. Fluisce piacevole, avvolgente, seguendo una scia sapida e molto fresca, agevolato da tannini setosi. Ancora qualche mese di affinamento per smussare l’alcol. Un Nobile bevibile con gusto.
Affinamento di 24 mesi in botti di rovere di Slavonia di diversa capacità.

Il Nobile “fitness”

Tenuta di Gracciano della Seta – Prugnolo gentile 90%, altre uve rosse 10%
Punta sul balsamico spinto questo Nobile! Rabarbaro, liquirizia, incenso, netto e preciso. Poi spuntano il rosmarino e i fiori di violetta freschi. Bocca coerente, fresca, quasi minerale, con tannini affinati, snello di corpo, pronto a sfilare nel calice per farsi apprezzare.
Invecchiamento: 18 mesi per il 30% in tonneaux da 3,5 e 5 ettolitri, per il 70% in botti di rovere francese e di Slavonia da 25 ettolitri.

Il Nobile “vellutato”

Tiberini Podere Le Gaggiole (campione di botte) – Prugnolo gentile 90%, Canaiolo nero 5%, Mammolo 5%
Questo vino profuma di campagna pulita: la campagna di Montepulciano. Fiori di violetta, fioirellini di campo, erbe officinali, seguite da pepe, more e una nota soft di tabacco dolce. Sorso fine, morbido, scorrevole, pienamente varietale. Vellutato al punto giusto.
Maturazione in tonneaux da 500 litri di rovere francese e in botti da 20, 25 e 34 ettolitri di rovere francese per circa 24 mesi. Segue affinamento in bottiglia per 6 mesi.

Il Nobile che cattura subito

Vecchia Cantina di Montepulciano (campione di botte) – Prugnolo gentile in prevalenza
Il vino della cooperativa piace tanto. Naso quasi dolce: cattura alla prima annusata. Note di cannella, violetta, mirtilli e pepe rosa. Al palato scorre piacevole, equilibrato, non impetuoso, con vivacità e finezza. Davvero un bel vino! Premio speciale per il favorevole rapporto qualità-prezzo: 12 euro al dettaglio.
Il 90% matura per 24 mesi in botti di rovere di varie dimensioni. Il restante 10% in un mix di barrique e tonneaux. Segue affinamento in bottiglia per 6 mesi.

05-20170216_133956

L’altra Top 10, fra Nobile Riserva 2013 e annate precedenti

Riserva Docg 2013

Avvolgente

Carpineto (campione di botte) – Prugnolo 70%, Canaiolo e altre uve rosse 30%
Si mostra giustamente evoluto con le sue scie di cioccolato scuro, rabarbaro, cuoio, chiodi di garofano. Scorre morbido e avvolgente, molto fine ed elegante, con tannini perfetti. Retrogusto di caffè.

Elegante

Contucci (campione di botte) – Prugnolo gentile 80%, Canaiolo nero 10%, Colorino 10%
Sentori di aghi di pino, macchia mediterranea, spezie scure, more su un bel tessuto balsamico. La componente morbida e rotonda torna al gusto, con tannini fini, pienamente elegante: il sorso chiude su una bella nota di cioccolato fondente. Piacevolissimo.

Equilibrato

Gattavecchi – Poggio alla Sala (campione di botte) – Prugnolo gentile 100%
Note floreali di rosa fresca e fruttati di ciliegia rossa. Lieve nuance di liquirizia e una punta di vaniglia. Al gusto, ingresso morbido. Sapido e teso nei tannini quando si beve. Equilibrato.

Verticale

LombardoPrugnolo gentile 100%
Al naso è pepato, piccante, con piccoli tocchi di spezie fiori di rosa. Avvolgente e intenso al palato, con tannini setosi. Concentrato e verticale, rotondo, chiude su una fresca scia di ciliegia rossa.

Balsamico integrale

Nottola – “Il Fattore” (campione di botte) – Prugnolo gentile 100%
Evoluto e balsamico, diffonde liquirizia, menta, resina e macchia mediterranea. Bocca fresca e sapida, con una componente minerale che spicca, piacevole e fine. Bel tannino. Elegante.

Classe e completezza

Palazzo Vecchio (campione di botte) –  Prugnolo Gentile 85%, Canaiolo nero 10%, Mammolo 5%
Profumi di erbe officinali e poi un ventaglio di rosmarino, incenso, timo e bacche di ginepro. Spicca una componente aromatica piacevole. Il sorso è morbido, fine, molto fresco, calibrato con tannini vellutati. Finale speziato. E’ il miglior Nobile Riserva 2013 assaggiato.

Annate precedenti

Evoluto

Boscarelli – Riserva 2012 – Prugnolo gentile 88%, Colorino 12%
Si apprezza l’evoluzione con il suo cioccolato al latte, la vaniglia, la fine speziatura. Al gusto è morbido, rotondo, fresco, sapido e si distende alla perfezione, mostrandosi intenso e persistente. Tannino perfetto e una caratteristica nota piccante nel finale.

Forza della natura

Dei – “Bossona” Riserva 2012 (campione di botte) – Sangiovese 100%
E’ una bella conferma per un Nobile Riserva diventato “cult” della denominazione. Profuma di cuoio, sottobosco, tartufo, fungo. E’ scuro e “animale”,  selvaggio ed elegante al tempo stesso. Punta su un gusto fresco, morbido, intensa, dal tannino vivace e nervoso. Una forza della natura!

Il Nobile “Natural Top”

Il Macchione 2013 – Sangiovese 100%
Nel cuore de Le Caggiole, un vigneto di 6 ettari, gestito in regime biodinamico (non ufficiale), rispettoso dell’ambiente, senza impiego di diserbanti, dai giovani fratelli Leonardo e Simone Abram (originari del Trentino) e dall’enologa Mary Ferrara.
Il tasting. Rosso granato, unghia aranciata. Naso fine, evoluto, elegante, ematico, rosa, ferroso, note di confettura di amarena. Bocca perfetta, snella, fine, coerente, rotonda, fresca, finale di frutta rossa in confettura. Sembra un Barolo. E’ il Nobile di Montepulciano che in assoluto mi è piaciuto di più. Complimenti

Tonico e aromatico

Villa Sant’Anna – Selezione “Poldo” 2013 –  Prugnolo gentile 80%, altri vitigni a bacca rossa 20%
Evoluto e tonico. Note di tabacco, caffè, rabarbaro, balsamico seguiti da punte di incenso e spezie aromatiche a profusione. Un naso accattivante. Bocca fresca, morbida, tannino vivace e finale senza sbavature a base di caffè e tabacco dolce.

www.consorziovinonobile.it