E’ Vittorio Moretti il nuovo presidente del Consorzio Franciacorta. Il numero uno delle aziende Bellavista e Contadi Castaldi raccoglie il testimone di Maurizio Zanella, Ca’ del Bosco, che negli ultimi sette anni ha guidato il Consorzio. Cambiato anche il Consiglio di Amministrazione ed eletto nel ruolo di vicepresidente Silvano Brescianini, Barone Pizzini. La composizione del Consiglio, in cui sono rappresentate le varie anime del Franciacorta, evidenzia la coesione che lo contraddistingue e la volontà di coinvolgere ogni soggetto che ne fa parte.

L’assemblea dei soci si è svolta a Erbusco e Maurizio Zanella ha salutato con queste parole gli associati presenti: “Parlo di quasi sette anni, quelli da Presidente, ma mi piacerebbe tornare indietro nel tempo, a venticinque anni fa, quando il Consorzio nasceva, e la Franciacorta, sconosciuta ai più, era la cenerentola del metodo classico, con circa due milioni di bottiglie vendute. Oggi molto è cambiato e grazie al vostro impegno, il Franciacorta è di gran lunga la prima denominazione di origine italiana in questa tipologia. Dico “abbiamo” ma sarebbe meglio dire avete, perché io ho avuto l’onore di presiedere il Consorzio, ma soprattutto di essere ospitato e far parte di una comunità e di un territorio straordinari, una comunità che mi ha accolto tra i suoi membri e mi ha spinto a condividere con tutti Voi l’impegno e la passione spesi a favore del nostro Vino e del nostro Territorio. Siamo giunti alla fine di questo 2015 ed al termine dei miei due mandati alla Presidenza del Consorzio Franciacorta, prolungati per Expo 2015, l’ultima sfida affrontata insieme, desidero esprimere il mio sentito ringraziamento a tutti Voi per l’onore e la fiducia che mi avete accordato, ma non dimenticando anche l’onere che per me, ciò ha costituito”

Maurizio Zanella lascia in eredità una struttura consortile che ha portato, oltre al m.iglioramento della qualità del prodotto, all’affermazione del brand Franciacorta rappresentativo di un vino di qualità ed espressione della terra da cui proviene. Il lavoro sino ad ora dedicato alla promozione del marchio Franciacorta è confermato dall’impegno economico che ha richiesto. Nel 2015 circa l’86% del bilancio è stato destinato alla valorizzazione del marchio. Il Franciacorta oggi è un vino che vanta riconoscimenti importanti in Italia e all’estero, primo fra tutti quello del mercato. “I nostri sforzi ci hanno premiato”, ha commentato Maurizio Zanella, “infatti, se nel 2009 si distribuivano circa 9 milioni di fascette, non necessariamente tradotte in bottiglie vendute, alla fine del 2015 si arriverà circa 16 milioni di bottiglie vendute. “I risultati parlano chiaro, grazie allo sforzo di Voi tutti”. In questi anni il Consorzio è cresciuto anche come istituzione: sono aumentati i soci tra gli imbottigliatori (100 nel 2009, 113 nel 2015) e tra i viticoltori (88 nel 2009, 98 nel 2015).

La serietà e l’autorevolezza sono i valori che hanno contraddistinto il lavoro del Consorzio, e continueranno a farlo, per rivolgersi in modo sempre più qualificato al mercato, italiano ed estero. Se le esportazioni oggi non rappresentano ancora una quota elevata delle vendite, stanno comunque crescendo a doppia cifra: negli ultimi quattro anni il loro valore è cresciuto del 44,7% e i mercati di riferimento in Europa sono Svizzera, Belgio, Germania, Regno Unito, mentre nel mondo USA e Giappone.

Maurizio Zanella ha concluso così: “Se per me l’avventura come Presidente di questo Consorzio si conclude oggi, per il Franciacorta e per la Franciacorta – sono certo – l’avventura è appena cominciata ed anche grazie al contributo dei giovani soci avremo una spinta propulsiva fondamentale per conquistare nuovi ed importanti traguardi che sbalordiranno anche noi”.

“Il mio mandato sarà all’insegna della continuità rispetto a quanto realizzato in questi ultimi sette anni da Maurizio Zanella” – ha affermato il neo presidente Vittorio Moretti – “con lui, e con tutti i consiglieri che qui personalmente ringrazio, abbiamo condiviso un percorso che ha dato solidità e anche “appeal” al nostro territorio. Io proseguirò con lo stesso metodo: da una parte approfondiremo sempre di più i valori di fondo della viticoltura e dell’enologia, con una particolare attenzione all’ambiente e al paesaggio, dall’altra diffonderemo nel mondo i valori immateriali [lo stile di vita] che sono legati a questo grande prodotto che ha fatto dello “stile di vita all’insegna dell’eccellenza” la sua prima leva di comunicazione”.

Poi Moretti ha continuato: “C’è una sola, breve, sintetica, frase, che può racchiudere il mio pensiero e forse anche il mio mandato: fare tutto il possibile, e anche l’impossibile, perché io sono un imprenditore e l’imprenditore ama le sfide, affinché tutto il mondo possa dire che in Franciacorta si respiri la stessa aria. Le linee programmatiche del mio mandato le sintetizzo, qui, oggi, riportandole a tre valori che hanno da sempre caratterizzato non solo la mia cultura di impresa, ma anche le mie convinzioni sul concetto di quello per cui vale la pena vivere, di quello che ci rende la vita godibile, apprezzabile e degna di essere vissuta. Sono tre semplicissimi valori: verità, giustizia, bellezza”.

L’Assemblea ha registrato la presenza di un grande numero di soci. Rispetto ad un monte complessivo di voti pari a 2379 (in proporzione alla produzione), erano presenti 70 aziende che rappresentano il 69% del totale.

Questo il nuovo Consiglio d’Amministrazione del Consorzio Franciacorta: Claudia Cavalleri (San Cristoforo); Laura Gatti (Ferghettina); Lara Imberti (Ronco Calino); Riccardo Ricci Curbastro (Ricci Curbastro); Giuseppe Salvioni (amministratore delegato Consorzio); Michele Bozza (La Montina); Silvano Brescianini (Barone Pizzini); Simone Maiolini (Majolini); Vittorio Moretti (Bellavista); Paolo Pizziol (Villa Franciacorta); Maddalena Bersi Serlini (Bersi Serlini); Loris Biatta (Le Marchesine); Joska Biondelli (Biondelli); Francesco Franzini (Cavalleri); Emanuele Rabotti (Monte Rossa); Matilede Rizzo (Fratelli Berlucchi); Vezzoli Giuseppe (Vezzoli); Maurizio Zanella (Ca’ del Bosco); Arturo Ziliani (Guido Berlucchi).

www.franciacorta.net