C’è una serra in Francia, un giardino di 27 ettari vicino a Montpellier dove vengono conservate 92 specie di vite provenienti da ogni parte del mondo, di cui oltre 2.300 varietà di vitis vinifera, oltre a diverse migliaia tra portinnesti, ibridi, rarissimi vitigni a piede franco ed altro materiale genetico vivente, che oggi rischia di scomparire. vassal-1
C’è una collezione di varietà antiche unica al mondo a disposizione di studiosi e ricercatori, che dalla sua fondazione nel 1876 si arricchisce al ritmo di 80 nuovi esemplari all’anno e costituisce un esempio unico di biodiversità, che non riesce a sfuggire alle logiche di riduzione di budget e delle ottimizzazioni di bilancio dell’INRA (Istituto francese per la Ricerca Agronomica), ente pubblico che lo gestisce in partenariato con aziende private.

E c’è un movimento, nato sul web, che si sta impegnando affinché questo non accada. Il web, che riesce a mobilitare migliaia di persone e ad amplificare la loro voce con un semplice clic. Un movimento spontaneo, di cui fanno parte vignaioli come Nicolas Joly e André Mercier, a cui collaborano wine bloggers di ogni Paese che in pochissimi giorni hanno postato decine articoli sui loro siti per informare e sensibilizzare, e 3275 persone – al momento in cui scrivo – che hanno firmato una petizione che verrà presentata al Governo francese per impedire la dislocazione e quindi la distruzione del Dossier Vassal.

Credo sia dovere di tutti noi, vignaioli e agricoltori, ma anche di giornalisti, enotecari, ristoratori e agenti di commercio, di grossisti e importatori, di tutti quelli che vivono di vino e grazie al vino, di noi che il vino lo beviamo, che lo amiamo e rispettiamo, di aiutare questo scrigno prezioso di biodiversità e di bellezza a sopravvivere. 

 

Risorse e link utili per saperne di più
Per firmare la petizione online: www.petitions24.net/defense_vassal
La collezione di specie del Domaine Vassal: www. bioweb.ensam.inra.fr
Il testo della petizione in italiano con i principali firmatari: www.tastingrome.blogspot.it
La pagina facebook del Dossier Vassal: www.facebook.com/ledossiervassal
Articoli di approfondimento (in francese): www.winetourisminfrance.com/fr/search/vassal.htm
Credits – Tutte le foto di questo articolo sono immagini di repertorio pubblicate sul web