Una buona notizia per i buongustai romani (e non solo) che si trovano a passare le vie più frequentate del centro della capitale, fra piazza di Spagna e via del Corso. Riapre i battenti l’Enoteca regionale del Lazio, l’Enoteca Palatium di via Frattina a Roma. I locali sono stati inaugurati e presentati al pubblico e alla stampa dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dall’amministratore unico di Arsial (Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura nel Lazio), Antonio Rosati, dall’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Sonia Ricci, insieme a Niccolò Marzotto della Retail Food Srl. ,E’ proprio Retail Food, in seguito ad un bando di gara pubblico, ha ottenuto la gestione dell’Enoteca regionale con un contratto all’Arsial per sei anni. Le condizioni dell’accordo prevedono un affitto mensile di 21.000 euro e il pagamento di un canone annuo di utilizzo del brand Enoteca Palatium di 30.000 euro. Quest’ultimo contratto fa seguito ad un iter burocratico complesso che è stato il frutto di un risanamento finanziario iniziato da Arsial nel 2013, quando il bilancio dell’Enoteca era ampiamente in rosso.

Nessun posto di lavoro perduto. La proposta Retail Food Srl ha comportato la salvaguardia dei livelli occupazionali esistenti e allo stesso tempo un’elevata qualificazione dell’offerta di servizi mediante l’utilizzo di nuove figure professionali altamente specializzate. Il restyling dell’identità visiva del locale prevede l’allestimento del banco mescita e il corner shop al piano terra; in più l’allestimento del ristorante al piano superiore con orari di apertura al pubblico dalle ore 8 alle ore 24.

Il piano terra verrà dedicato alla caffetteria e al wine bar per mescita di vini e degustazione veloce del menù tradizionale del Lazio in formato ridotto, il
corner shop “Un angolo del Lazio”, sarà un vero e proprio negozio delle eccellenze enogastronomiche laziali a marchio Enoteca Regionale Palatium. Il piano superiore verrà invece dedicato al Ristorante e a corsi,  degustazioni ed eventi.
La nuova proposta culinaria prevede la promozione di vini e prodotti tipici laziali al fine di valorizzare la filiera agroalimentare regionale e la riconoscibilità degli stessi a livello nazionale e internazionale. Saranno inoltre utilizzati l’80% dei prodotti del territorio e il 100% dei vini e degli olii laziali. Sia la carta dei vini sia quella degli olii presenteranno unicamente prodotti della Regione Lazio. L’enoteca organizzerà anche una serie di attività promozionali di comunicazione, con l’aiuto di un nuovo sito e dei principali social network, per rivolgersi anche ai turisti stranieri.