Si chiama Alborense e sicuramente piacerà moltissimo ai cinesi che ne hanno già prenotato 20.000 bottiglie. 

E’ il nuovo Morellino di Scansano Docg prodotto dall’azienda agricola regionale di Alberese (Grosseto), di proprietà pubblica.L’annata d’esordio del vino, la 2009, è un blend di Sangiovese con un 10% di Merlot.

Nell’etichetta prescelta per la bottiglia è raffigurata la mappa Medicea del territorio maremmano di Alberese, concessa per la prima volta dall’Archivio di Stato. Il nome del vino invece deriva dalla torre dell’antica abbazia di San Romano, vicino ad Alberese.

 

 

morellino-alborense

Saranno prodotte 50-60.000 bottiglie all’anno: circa la metà destinate al mercato internazionale, con la Cina in prima fila. Prezzo intorno ai 10 euro a bottiglia.

La commercializzazione è affidata al Consorzio Le Chiantigiane (azienda nata nel ’67 a Tavarnelle Val di Pesa, Firenze) che raccoglie 2000 produttori toscani con circa 2.500 ettari di vigneto fra le province di Sienza, Firenze, Pistoia e Grosseto.

“Il progetto Alborense – secondo Gianni Salvadori, assessore regionale all’agricoltura della Toscana – rappresenta un’opportunità economica, ma anche uno strumento per affermare nel mondo l’immagine della Maremma e della Toscana. Un progetto di valorizzazione del territorio che, se funziona, potrà essere replicato in altre zone della regione”.

L’azienda agricola Alberese con sede in località Spergolaia occupa un territorio di oltre 4.600 ettari che rappresenta il 40% del parco naturale della Maremma, fra pinete, boschi, macchia mediterranea, dune, oliveti e vigneti. E’ senz’altro una delle maggiori aziende regionali italiane.

 

Links di approfondimento: www.consorziomorellino.it  ; www.alberese.com  ; www.chiantigiane.it