Donne del Vino Lazio Campania 29 gennaio 2015Le Donne del Vino, due Delegazioni e una città. Sembra essere il titolo di un libro; in realtà, non si tratta di un’opera letteraria ma di tre parole chiave che caratterizzano il racconto di cronaca culturale di due gruppi di una stessa associazione, Le Donne del Vino, provenienti da regioni distinte, il Lazio e la Campania, che si sono incontrate, lo scorso 29 gennaio, nella Città Eterna.

Un’iniziativa dal sapore di gemellaggio. Un’azione comune per scoprire assieme non solo un luogo d’arte come lo splendido Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia, ma anche per partecipare concretamente alla vita dell’Associazione. “Tutte le iniziative d’incontro e di scambio sono sempre una ricchezza e  questo “gemellaggio” è stata un’ulteriore conferma – commenta Maria Cristina Ciaffi, delegata del Lazio –  Prima con la visita a Palazzo Farnese dove si è parlato di arte e di storia, e poi il momento più conviviale davanti alle proposte culinarie della chef Cristina Bowerman, anch’esse motivo di nuove scoperte. Il vino è un elemento che unisce e le Donne soprattutto sono capaci di coglierne le infinite sfaccettature”.

Una spinta propulsiva a interagire per conoscersi, per avviare uno scambio culturale, per creare ulteriori alleanze collaborative tra le due delegazioni. “Non è la prima volta che le  Donne del vino della Campania  incontrano  altre delegazioni. Ogni  volta siamo tornate arricchite in conoscenza e valori umani.  Ritengo che incontri siffatti siano in linea con le logiche associative di fare squadra, e nel confronto con differenti realtà, consentano di dare  qualcosa di proprio in virtù di una crescita comune  – spiega Maria Ida Avallone, delegata della CampaniaIl gemellaggio  con le Donne del Vino laziali data anche la vicinanza territoriale, è stato  una vera fucina di idee ed ha prodotto progetti da sviluppare nel corso del 2015 confermando ancora una volta l’impegno e l’amore che le Donne del Vino profondono nell’espletamento dell’attività associativa”.

Le Donne del Vino, al di là della provenienza geografica ed esperienziale, hanno un fattore palesemente comune: il vino, che le fa, dapprima, entrare in contatto e poi le mette in una posizione di convivialità e di cooperazione per aprirsi a nuove prospettive. (A.L.)

www.ledonnedelvino.com