di Irene Catarella
Il primo evento che ha inaugurato il ciclo Fuori Expo 2015, che vede coinvolte le donne dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, è stato davvero un grande successo.  Giovanna Prandini, delegata della regione Lombardia, insieme a Marta Mondonico, padrona di casa e produttrice, hanno organizzato la serata di gala all’Hotel Devero di Cavenago di Brianza, nella quale socie produttrici di tutta Italia, affiancate dai due sponsor, salumi Beretta e caseificio Taddei, hanno fatto degustare le loro eccellenze agli innumerevoli intervenuti. I coniugi Taddei hanno offerto i loro formaggi tipici del bergamasco: il Taleggio dop, il Salva Cremasco dop e lo spettacolare erborinato Blutunt, vincitore di vari premi. Il dottor Frigerio, del Salumificio Beretta, ha presenziato all’evento, ribadendo il forte legame di stima e sinergia esistente fra l’azienda da lui rappresentata e Le Donne del Vino.
Dalla Basilicata, rappresentata dalla casa vinicola Armando Martino , al Friuli Venezia Giulia, rappresentato dall’azienda Castelvecchio, e al Trentino con le cantine Monfort; e ancora dalle Marche, rappresentate dall’azienda agricola Ceci Enrico e da Velenosi, alla Sicilia, con la casa vinicola Feudo Rudinì, e alla Sardegna con l’azienda vitivinicola Chessa-Usini, passando dall’Umbria, presente con l’azienda Agria dei fratelli Aliani, e alla Toscana con Agrilandia, senza dimenticare la Puglia, rappresentata da produttori vini Manduria e Mottura, e il Veneto, con Astoria vini, le regioni con più etichette sono state il Piemonte, con la casa vinicola Marenco, Cossetti Clemente e figli e la tenuta Santa Caterina, e la Lombardia, le cui socie giocavano in casa e sono state presenti con le aziende Antica Fratta, Berlucchi Guido, Bersi Serlini,Castello Bonomi, Castello di Grumello, Castello di Gussago, Castello di Luzzano, il Calepino, la Boscaiola, la Rocchetta, Monsupello, Olivini, Perla del Garda, Ricchi, San Michele, Tenuta Le Mojole.
Vini rossi e bianchi, spumanti , moscati che hanno reso inimitabile una serata, permettendo di apprezzare formaggi locali, salumi e il piatto presentato dalla socia ristoratrice Daniela Codeluppi dell’Hostaria Uva Rara, una tartare salmonata del lago d’Iseo con olio extravergine locale, verdurine e pistacchio, in modo indimenticabile.
Fuori Expo 2015 prosegue il 18 giugno per la cena presso l’Hostaria Uva Rara della socia lombarda Daniela Codeluppi a Monticelli Brusati (BS).
Per prenotazioni contattare direttamente il ristorante.

Irene Catarella era con Elena Martusciello, Giovanna Prandini, Anna Pesenti, Camilla Taddei, Carlo Frigerio, Elena Miano, Paola Longo, Fernanda Bonfanti, Gabriella Spagnolo, Marta Mondonico, Cristina Kettlitz, Enrico Ceci, Daniela Codeluppi, Michela Marenco, Giovannella Fugazza, Vanna Buelli Balestrieri, Giuliana Cenci, Clementica Cossetti, Anna Gennari, Giordana Olivini, Chiara Simoni, Martina Tomasig, Maddalena Bersi Serlini, Rossella Goffi, Giorgia Polegato, Loretta Zammarchi, Noemi Parlanti, Rosa Magrini, Giuseppe Poidimani. (In collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino)

www.ledonnedelvino.com