E’ da pochi giorni al lavoro la commissione di degustazione dell’Istituto Regionale dei Vini e degli Oli di Sicilia (IRVOS), ente riconosciuto dalla regione come organismo di certificazione della Doc Sicilia che comincia così a muovere i primi passi.

Dal primo Febbraio la pratica passerà all’Assessorato Regionale Risorse Agricole ed Alimentari che fino al primo Marzo darà il via allo schedario viticolo.

“Qualificare i vini siciliani e rafforzarne l’identità – ha affermato il direttore generale dell’IRVOS Dario Cartabellotta – migliorarne la qualità, l’immagine e la posizione, sono tra gli obiettivi principali che ci si prefigge di raggiungere attraverso la nuova Doc”.

“Cresce dunque la valenza del sistema – aggiunge – così come aumentano i controlli ma nello stesso tempo le procedure si fanno più semplificate”. Procedure che avverranno tutte attraverso servizi informatici di full service e global service. Basteranno venti i giorni per avere la Certificazione della Doc su un vino.

“Si tratta di una grande opportunità per le aziende vitivinicole siciliane – commenta Antonio Rallo, presidente di Assovini – una Doc più facile anche della passata Igt, che tutelerà il nome Sicilia”.

Non solo la Doc Sicilia (anche se circa la metà delle aziende vinicole dell’isola ha dimostrato perplessità sull’utilità di una nuova Doc).

Nel 2012 l’IRVOS darà il via ad un programma triennale di sviluppo che punterà decisamente alla valorizzazione dei vini e degli olii di Sicilia. Questo avverrà tramite il marketing intelligence, la comunicazione, la promozione, la certificazione ed il controllo dei vini a denominazione di origine e degli oli e olive da mensa di Sicilia.

Il progetto globale si snoderà anche attraverso la ricerca, l’innovazione e la valorizzazione dell’enogastronomia dei territori di Sicilia attraverso la vendita diretta, l’enoturismo, la cultura “Wine in moderation” e la promozione della dieta mediterranea.

Cinque punti sostanziali sui quali si snoderà l’ampio programma dell’IRVOS tra progetti, fiere, master e manifestazioni di rilievo del settore in concomitanza alla già avviata strategia di aggregazione che ha portato alla costituzione di apposite associazioni di produttori.

 

Links di approfondimento: http://www.vitevino.it  http://www.assovinisicilia.it