di Gianna Bozzali
Sarà all’insegna dello slogan “Emozioni unite” la prossima edizione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale, che ancora una volta torna a San Vito Lo Capo, a Trapani, dal 21 al 30 settembre prossimi.
La manifestazione, giunta alla sua 21^ edizione, è organizzata dall’agenzia di comunicazione Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo. Il suo obiettivo è quello di promuovere un confronto tra paesi dell’area euro-mediterranea e non solo, prendendo spunto dal cous cous, piatto semplice tipico della gastronomia trapanese, simbolo della tradizione maghrebina e di contaminazione. “Piatto giramondo”, con ben tremila anni di storia, il cous cous ovunque sia approdato ha sposato le caratteristiche del territorio, legandosi profondamente alle tradizioni religiose e conviviali della gente locale.

Questa pietanza viene realizzata con semola di grano duro, cotta a vapore, servita con un bouillon aromatico arricchito del sapore delle verdure di stagione, legumi, carne o pesce, spezie ed aromi, anche se nella zona trapanese viene usato soprattutto il pesce fresco.
Ma è a San Vito Lo Capo, piccolo borgo marinaro della provincia di Trapani, che sembra proprio che il Nord Africa si sia trasferito in Sicilia. Tutti i ristoranti e le trattorie sono in grado di servire piatti squisiti di cous cous, conditi con una zuppa ottenuta da scorfani, boghe, saraghi, cernie, gronghi, ombrine, e dove gustosi tranci di questo pesce vengono posti sopra a guarnizione del piatto.

Intanto a San Vito Lo Capo è tutto pronto per l’attesissimo evento: saranno dieci giorni di appuntamenti tra sfide di cucina italiana e internazionale, degustazioni, talk show, concerti e spettacoli. 
“Il Cous Cous Fest – ha detto il sindaco di San Vito Lo Capo, Giuseppe Peraino è un appuntamento dalla lunga tradizione, ultra ventennale, l’evento di punta del territorio che porta il nome di San Vito Lo Capo nel mondo. Anche quest’anno la nostra cittadina ospiterà chef internazionali, grandi ospiti e artisti per una festa all’insegna del gusto, del divertimento e del confronto tra culture”.

www.couscousfest.it