Veri corsi di sommelier Made in Italy in Cina, scuole per la formazione tecnica e culturale al vino italiano a Shanghai e a Pechino, pre-corsi di italiano, fornitura di materiale didattico e rilascio di un titolo di Sommelier Associazione Italiana Sommelier. E’ questo l’ambizioso progetto nato per formare classi di sommelier cinesi stipulato tra Università per stranieri di Siena, Associazione Italiana Sommelier e Enoteca Italiana con l’intento di affermare i valori qualitativi e culturali dei vini italiani in Cina. Il protocollo d’intesa, patrocinato dal ministero delle Politiche agricole, è stato firmato da Massimo Vedovelli, rettore dell’Università per Stranieri di Siena, Antonello Maietta, presidente Associazione Italiana Sommelier e Claudio Galletti, presidente dell’Ente Vini – Enoteca Italiana, secondo una nota diffusa anche in Cina dall’Enoteca Italiana.
I primi due corsi avranno luogo a Shangahi e Pechino, città sedi del progetto “100 enoteche italiane” che stanno sorgendo in Cina. In un secondo momento verranno individuate altre città per lo svolgimento dei corsi, in collaborazione con università, agenzie cinesi o consorzi italiani presenti nel grande paese asiatico. L’Università per Stranieri di Siena recluterà gli interessati cinesi, mentre Enoteca Italiana che da 4 anni è presente in Cina attraverso la sua rete commerciale, metterà a disposizione, oltre ai vini italiani, anche la sua sede di Shanghai, Yishang Wine Business Consulting. I docenti saranno reclutati dall’Associazione italiana sommelier che, oltre a fornire la didattica necessaria, alla fine del corso, al superamento dell’esame, rilascerà il titolo di Sommelier dell’ Ais. Per meglio diffondere la cultura del vino italiano tra i partecipanti, e’ previsto anche un pre-corso di italiano.
links:
www.aisitalia.it
www.enoteca-italiana.it