Bernardo Conticelli, 34 anni, wine consultant di Firenze, si aggiudica la “Selezione Ambasciatore dello Champagne” 2015. Conticelli diventa il sesto toscano a fregiarsi del titolo di Ambasciatore dello Champagne in Italia. La “Selezione Ambasciatore dello Champagne”, organizzata dal Bureau du Champagne in Italia, ha l’obiettivo di riconoscere e valorizzare l’attività di insegnamento sullo Champagne e individuare i migliori formatori a livello nazionale.

Consulente per attività di promozione e marketing nel settore vitivinicolo ed enogastronomico, Bernardo Conticelli ha un forte legame con la Francia e in particolare con lo Champagne, da lui definito nel corso della sua lezione “sinonimo di classe ed eleganza, il vino da festeggiamento per eccellenza con le sue mille sfaccettature, capace di appassionare il consumatore occasionale e l’enofilo più accanito”. La prova finale si è svolta ieri, 15 settembre, presso il Park Hyatt di Milano. A valutare le capacità dei candidati sono stati chiamati il giornalista e critico enogastronomico Davide Oltolini, Claudia Nicoli e Marco Chiesa, che erano stati rispettivamente selezionati nel 2006 e nel 2010, e Domenico Avolio, direttore del Bureau du Champagne in Italia.

Filo conduttore dell’iniziativa per il 2015 sono stati i vini di riserva. Nel corso di un’ideale lezione, i candidati hanno esposto le caratteristiche di questa unicità champenoise che costituisce, nell’elaborazione di una cuvée, l’impronta del tempo e dello stile. Nel corso di un’esposizione di 30 minuti, Bernardo Conticelli, Marina Ciancaglini e Manlio Giustiniani, hanno presentato il tema dell’anno e si sono esercitati nella degustazione di 4 cuvée.

www.champagne.it