E’ iniziato il countdown per l’edizione n.24 di Cantine Aperte, L’appuntamento più amato del Movimento Turismo del Vino, in programma sabato 28 e domenica 29 maggio da Nord a Sud dello Stivale. Dalle degustazioni alle visite in vigna, numerose saranno le iniziative che dalle Alpi all’Etna celebreranno il sodalizio tra vino e foto.

Cantine Aperte è l’evento enoturistico più importante in Italia. Dal 1993, l’ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino. Cantine Aperte è diventato nel tempo una filosofia, uno stile di viaggio e di scoperta dei territori del vino italiano, che vede, di anno in anno, sempre più turisti, curiosi ed enoappassionati avvicinarsi alle cantine, desiderosi di fare un’esperienza diversa dal comune.

L’edizione di quest’anno, oltre che sul vino, sui territori e sul gusto, sarà incentrata anche all’insegna della valorizzazione dell’arte e soprattutto della solidarietà. Ecco perché è stata sancita una nuova partnership con l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
Un bicchiere per la ricerca”, questo lo slogan dell’iniziativa promossa dal Movimento Turismo Vino e AIRC, chiamerà a raccolta i wine lover di tutte le regioni italiane per sostenere la ricerca sul cancro a ‘suon di brindisi’. L’evento clou per l’enoturismo italiano è stato presentato dal presidente del Movimento Turismo Vino, Carlo Pietrasanta, e dal direttore generale di AIRC, Niccolò Contucci, assieme al direttore regionale Lombardia di Intesa Sanpaolo, Paolo Giuseppe Graziano.

 “Avere partner come AIRC e come Intesa Sanpaolo – ha detto il presidente del Movimento Turismo Vino, Carlo Pietrasanta dimostra tutto il valore delle nostre iniziative in favore dell’enoturismo. Dopo 24 edizioni le nostre cantine sono oggi aperte ogni giorno dell’anno per diffondere la conoscenza, fare cultura del territorio, fare cultura del vino. Una vivacità del comparto e della sua domanda – ha aggiunto Pietrasanta – cui purtroppo non corrisponde un’adeguata risposta da parte delle istituzioni: il progetto dell’enoturismo italiano – che doveva ruotare intorno alle ‘Strade del Vino’ – è infatti da tempo fallito a causa della cronica mancanza di una regia unica in favore di un fenomeno che è sempre più valore aggiunto per il turismo e l’agricoltura del Paese”.

Enoturismo in primo piano quindi nell’ultimo weekend di maggio con numerose proposte in tutta Italia: di scena tasting e minicorsi per aspiranti sommelier, visite in cantina, pranzi e cene con il vignaiolo, mostre, show cooking e laboratori per bambini, senza dimenticare le escursioni in vigna e nei territori.
E’ così che in Toscana (28-29 maggio), assieme ai Vespa Club della regione, si scoprono in sella alle Vespe le 82 aziende aderenti e i loro paesaggi, mentre in Puglia (55 aziende; 29 maggio) gli enoappassionati potranno raggiungere le cantine aperte in bici o a bordo dei bus attraverso uno dei dieci itinerari in partenza da Foggia, Trani, Bari, Ostuni, Brindisi, Taranto e Lecce. Saranno 57 le cantine aderenti di MTV Umbria con tante attività all’insegna del claim #passion&vino, tra cui abbinamenti vino e cioccolato, test drive tra i vigneti, che si affiancano al bicchiere per la ricerca e all’enometro per un bere consapevole. Con l’hastag #cantineapertemarche16, MTV Marche (74 aziende; 28-29 maggio) invita invece i wine lover a partecipare al contest sui social lanciato in occasione della manifestazione. E se la Sardegna (7 cantine; 28-29 maggio) svela i segreti della longevità dei suoi centenari e di quelli dell’isola di Okinawa con laboratori del gusto, nelle 71 aziende di MTV Lombardia (29 maggio), oltre al brindisi collettivo per festeggiare ‘l’Anno del turismo lombardo’, si punta a attività ‘formato’ famiglia per far conoscere ai più piccoli il vino dalle fiabe. In Piemonte (34 aziende; 28-29 maggio) si spazia dalle visite ai crutin sotterranei ai percorsi d’arte in cantina, in Friuli Venezia Giulia (65 cantine aderenti; 28-29 maggio) si sostiene la campagna “Bambini in pericolo” con il kit Cantine Aperte Unicef, mentre 70 cantine di MTV Veneto (28-29 maggio) aprono nel segno del gusto, del relax, della musica e della sostenibilità. Degustazioni e abbinamenti gastronomici di scena infine in Valle d’Aosta (20 cantine; 29 maggio), Trentino Alto Adige (16 cantine; 29 maggio), Liguria (2 cantine; 29 maggio), Emilia Romagna (57 cantine; 28-29 maggio), Lazio (14 cantine; 28-29 maggio), Abruzzo (38 cantine; 28-29 maggio), Molise (6 cantine; 28-29 maggio), Basilicata (6 cantine; 29 maggio), Campania (25 cantine; 28-29 maggio), Calabria (8 cantine; 29 maggio) e Sicilia (17 cantine; 29 maggio). Info: www.movimentoturismovino.it

IL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO. L’Associazione Movimento Turismo del Vino è un ente non profit ed annovera oltre 900 fra le più prestigiose cantine d’Italia, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità.