Saranno realizzate in Calabria l’enoteca e l’elaioteca regionale. In pratica, la “casa dei vini della Calabria” e quella degli oli (elaioteca).

Saranno due enti di natura privatistica che avranno per obiettivo quello di collocare i pregevoli vini e oli prodotti nella regione in un contesto culturale e sociale che ne sappia apprezzare la qualità. E’ l’auspicio manifestato da Michele Trematerra, assessore regionale all’agricoltura della Calabria, il quale ha evidenziato come le due strutture debbano essere gestite direttamente dai produttori.

Enoteca ed elaioteca dovranno essere – nelle intenzioni dell’assessore e della giunta calabrese – strumenti di valorizzazione e promozione dei vini e degli oli regionali, a conferma che la qualità raggiunta dai prodotti enologici ed oleari calabresi, trovi il giusto riconoscimento in Italia e all’estero.

Compito di questi due nuovi organismi sarà perciò quello di predisporre numerose iniziative promozionali e commerciali, occupandosi anche della diffusione di una corretta educazione al consumo sia dell’olio che del vino con una particolare attenzione rivolta ai giovani. Le sedi prescelte per l’enoteca regionale saranno i territori di Cirò e Lamezia Terme mentre per l’elaioteca Gioia Tauro e Corigliano.

Scelte appunto non causali perché si tratta dei luoghi in cui esistono le radici storiche, sia per la produzione dell’olio che del vino.

Le strutture, una volta realizzate, daranno ulteriore impulso alla valorizzazione dei sistemi produttivi di vino ed olio, nel comune obiettivo di far crescere sempre più il sistema agricolo regionale.

 

Links di approfondimento: www.regione.calabria.it